Gli uomini che guardano lontano…

… solitamente inciampano.

Leggo che la Cina starebbe seriamente pensando di costruire una enorme (10mila tonnellate) stazione spaziale in grado di raccogliere energia solare e dirottarla verso la Terra.

Rabbrividisco.

Ma andiamo con ordine.

Gli uomini che guardano lontano

fonte: http://news.xinhuanet.com

The battle to dispel smog, cut greenhouse gases and solve the energy crisis is moving to space

But why build a power station in space? Wang says the electricity generated from the ground-based solar plants fluctuates with night and day and the weather, while a space-based generator can collect energy 99 percent of the time.

Space-based solar panels can generate ten times as much electricity as ground-based panels per unit area, says Duan Baoyan, a member of the Chinese Academy of Engineering (CAE).

If we have space solar power technology, hopefull we could solve the energy crisis on Earth,” Duan says.

La soluzione al problema della smog, dell’effetto serra e della crisi energetica consisterebbe nel traslocare il problema nello spazio: produrre energia nello spazio e convogliarla sulle stazioni a terra.

Le promesse sono allettanti:

  • Una stazione spaziale puo’ raccogliere energia solare per il 99% del tempo; mentre i pannelli solari terrestri sottostanno al cicli giorno/notte;
  • La quantita’ di energia generata su una stazione spaziale sarebbe 10 volte superiore ai pannelli solari terresti;
  • Una stazione spaziale di questo tipo risolverebbe i problemi della crisi energetica.

Tutto bello, ma ancora molto lavoro da fare:

  • la stazione spaziale sarebbe enorme (circa 10mila tonnellate);
  • i mezzi di trasporto materiali oggi non possono trasportare nello spazio piu’ di 100 tonnellate; Dunque il trasporto materiali sarebbe molto costoso;
  • affinche’ il progetto sia conveniente bisogna che il processo di trasmissione senza fili (microonde o radiazione laser) raggiunga un rendimento di almeno 50%;

“We need a cheap heavy-lift launchvehicle,” says Wang, who designed China’s first carrier rocket more than 40 years ago.

We also need to make very thin and light solar panels. The weight of the panel must be less than 200 grams per square meter.”

He also points out that the space solar power station could become economically viable only when the efficiency of wireless power transmission, using either microwave or laser radiation, reaches around 50 percent.

Solitamente inciampano.

L’idea di produrre energia nello spazio e convogliarla a terra non e’ malvagia - basti pensare che il primo (che io sappia) a parlarne fu il mio idolo Isaac Asimov, in uno dei racconti che in Italia vengono venduti nella raccolta Io Robot.

L’idea non e’ malvagia, ma… perche’ ORA?

  • la tecnologia necessaria c’e’, ma oggi costa troppo;
  • i pericoli per la popolazione sono reali, tanto quanto gli interessi economici in ballo. E tra questi… sappiamo bene quali hanno il peso maggiore;
  • esistono delle alternative non approfondite;

E soprattutto, esistono delle alternative! Alternative concrete, oggi, adesso! Esiste teoria e tecnologia, i costi sono abbordabili (tutto e’ abbordabile rispetto al mandare 10mila tonnellate di roba nello spazio):

  • abbiamo non so quante migliaia di kilometri quadri di deserto non sfruttato;
  • abbiamo i venti da sfruttare;
  • abbiamo i tetti delle nostre case da sfruttare;
  • energia geotermica da sfruttare;

La furia e la potenza della natura. Sulla furia non possiamo fare niente, ma sulla potenza… quella la potremmo sfruttare, no?

Abbiamo tantissime cose da fare per minimizzare l’impatto dell’uomo sull’ecosistema e non le facciamo. Abbiamo tanti modi per sfruttare l’energia solare che incide sulla superficie terreste e non lo facciamo. Perche’ colonizzare l’universo??

Risposta semplice e demagogica: Perche’ chi guarda troppo lontano, non vece la buca proprio avanti a se’.

I politicanti, le multinazionali, e in generale tutti gli uomini di potere, non chiedono di meglio che nuove idee per propinare al popolino una speranza di benessere futuro (dopo molto tempo e sacrifici, e zero ribellioni), affinche’ troppe teste non si focalizzino troppo su quante risorse vengono sottratte loro da mani troppo avide (tutto cio’ avviene oggi).

Oggi i potenti sottraggono risorse comuni e le affidano ad appalti privati che le sfruttano, inquinano e non ridistribuiscono ricchezza. Essi hanno interesse a farvi guardare lontano, distraendovi dal presente.

La corruzione nei palazzi del potere e’ tale che tutto l’ingegno del mondo sembra diventato incapace di produrre reale sviluppo per la razza umana, bensi’ solo propaganda.

Esempio: bello l’esperimento Rosetta, ma quanto e’ costato?? con la stessa cifra avremmo diffuso tecnologie a basso costo (ma alta efficienza) nel terzo mondo, regalando qualche possibilita’ in piu’ a talenti inespressi di emergere. No, atterrare su un enorme masso che attraversa lo spazio e’ piu’ importante della vita degli uomini.. e soprattutto fa piu’ notizia.

PS: Una trasmissione di energia tramite radiazione laser… interessante la capacita’ di trasformare una stazione spaziale per la produzione di energia solare in un arnese di distruzione.



Comments